Attenzione! Questo forum resta in modalità di sola lettura.

Siete invitati ad iscrivervi alla nuova versione del forum

FrancoBattiatoForum

Attenzione! Questo forum resta in modalità di sola lettura.

Siete invitati ad iscrivervi alla nuova versione del forum

FrancoBattiatoForum

Autore Topic: Viaggio  (Letto 326 volte)

Offline calypsos

  • Re del Mondo
  • *****
  • Post: 1057
  • Karma: -30
Viaggio
« il: Settembre 30, 2020, 22:46:18 pm »
Con tutte le stupidaggini che leggo e che sento sulla casa-museo, sui cortei pre-funebri a Milo, su beghe di eredi e avvoltoi, ho pensato di dedicare un mio pensiero al grande Battiato che tanta gioia mi ha dato nella vita. Eccolo:


Battiato dove sei andato?
Dove sei andato Battiato?
Ti sei avviato verso Mondi lontanissimi...
Ma i controllori di volo sono già pronti per il decollo?
Poi ci racconterai il tuo viaggio, anzi lo hai già raccontato...

Ci alzammo che non era ancora l'alba
Pronti per trasbordare
Dentro un satellite artificiale
Che ci condusse in fretta
Alle porte di Sirio
Dove un equipaggio sperimentale
Si preparava
Al lungo viaggio.
Noi
Provinciali dell'Orsa Minore
Alla conquista degli spazi interstellari
E vestiti di grigio chiaro
Per non disperdersi.
Seguimmo certe rotte in diagonale
Dentro la Via Lattea.
Un capitano del centro impressioni
Colto da esaurimento
Venne presto mandato in esilio.
Mi preparavo
Al lungo viaggio
... in cui ci si perde.
Seguimmo certe rotte in diagonale
Dentro la Via Lattea.

Buon viaggio caro Battiato, ma stai attento alle rotte in diagonale...
c.
Il giorno della fine non ti servirà l'inglese 8)

Offline Fagiolino

  • Re del Mondo
  • *****
  • Post: 1229
  • Karma: 433
Re:Viaggio
« Risposta #1 il: Ottobre 05, 2020, 15:10:33 pm »
Bellissima scelta.
Per decine di migliaia di anni non abbiamo avuto alternative per gli spettacoli serali, tra il fuoco che brucia a pochi centimetri dal naso e le stelle a milioni di anni luce. Già da qui si riconoscono due attitudini umane diverse:)
Alcuni suppongono che i miti più antichi derivino dalle lunghe meditazioni stellari sull'ignoto. Questa è la tesi di un bel libro (ma non facile); si chiama Il Mulino di Amleto e riecheggia la poetica mitica del Battiato anni '80. Chissà se a quei tempi lo teneva sul comodino.
Riporto vari stralci, un po' alla rinfusa, una specie di "voglio vederti danzare" ma dedicato alla via lattea.
Citazione
(...)
Tra una reincarnazione e l’altra, le anime degli uomini, così si pensava, dimorano nella Via Lattea. Questa concezione, è stata tramandata come tradizione orfica e pitagorica inserita nel disegno più vasto della trasmigrazione delle anime.
(...)
I polinesiani consideravano la Via Lattea «la strada delle anime quando passano al mondo degli spiriti». Anche nel mito polinesiano non è consentito ai trapassati di rimanervi, a meno che non abbiano raggiunto uno stadio di perfezione purissima, cosa che non si verifica molto spesso.
(...)
Fra gli indios sumo dell’Honduras e del Nicaragua, «si ritiene che Madre Scorpione  dimori in fondo alla Via Lattea, dove riceve le anime dei morti; essa è raffigurata come una madre con molte mammelle da cui poppano i bambini, e da lei provengono le anime dei neonati». Dal canto loro, i pawnee e i cherokee dicono:«Le anime dei morti sono accolte da una stella all’estremità settentrionale della Via Lattea, là dove questa si biforca, la quale indirizza i guerrieri lungo il sentiero fioco e difficile, e le donne e coloro che muoiono di vecchiaia lungo il sentiero più luminoso e più facile. Le anime viaggiano quindi verso sud: alla fine del sentiero celeste sono accolte dalla Stella degli Spiriti, e là dimorano».
(...)
Fra le popolazioni altaiche, gli yakut chiamano la Via Lattea «le orme di Dio» e dicono che Dio, mentre creava il mondo, aveva vagato per il cielo; di uso più generale sembra essere stato il termine «solchi degli sci del figlio di Dio», mentre la denominazione usata dai voguli era «solchi degli sci dell’uomo della foresta». E qui le tracce umane si perdono; restano però le racchette da neve: per i tungusi, la Galassia è «orme delle racchette dell’Orso».
(...)
Parlando delle latitudini settentrionali, Cleomede (c. 150 d.C.) afferma (I, 7): «Là i cieli ruotano come fa la macina di un mulino». In Oriente, al-Farġānī riprende lo stesso concetto, e i suoi colleghi ne forniscono i particolari: essi chiamano la stella Kochab (β Ursae Minoris) «piolo del mulino», e chiamano Fa’s ’ar-rahhâ («foro del piolo del mulino») le stelle dell’Orsa Minore che circondano il Polo Nord, «perché rappresentano come un foro (la boccola dell’asse) in cui gira l’asse del mulino, dal momento che l’asse dell’equatore (l’asse polare) si trova in questa zona, abbastanza vicino alla stella al-ğady (“il capro”, la Polare: α Ursae Minoris)». Sono parole del cosmografo arabo al-Qazwīnī.


Offline calypsos

  • Re del Mondo
  • *****
  • Post: 1057
  • Karma: -30
Re:Viaggio
« Risposta #2 il: Ottobre 06, 2020, 21:40:12 pm »
Grande Fagiolino  8)
Il giorno della fine non ti servirà l'inglese 8)

BaTTiaTo Forum

Re:Viaggio
« Risposta #2 il: Ottobre 06, 2020, 21:40:12 pm »
CIAO