Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
LIBRI / Re:Prime domande sul libro di Zuffanti (Battiato LVDP)
« Ultimo post da calypsos il Giugno 18, 2018, 10:11:55 pm »
"Battiato riceve in dono da Zappa un paio di stivaletti alati. Oltre al bizzarro regalo, Zappa fa sapere al mondo di considerare il musicista siciliano un genio...." (Zuffanti, p. 131)
E che si vuole di più dalla vita?
c.
PS
Ma Z. come faceva a conoscere la misura esatta delle scarpe di B.? Aveva una scorta di stivaletti alati pronti da regalare per tutte le misure, diciamo dal 42 al 46?
2
LIBRI / Re:Prime domande sul libro di Zuffanti (Battiato LVDP)
« Ultimo post da AbulQasim il Giugno 18, 2018, 10:35:23 am »
Ho letto il libro. Un buon lavoro.
Sicuramente il più approfondito riguardo il periodo trattato, anche più di quello di Annino La Posta, se non altro perché ha avuto a disposizione un maggior numero di pagine. Molti gli aneddoti poco o nulla conosciuti e interessanti alcune "ricostruzioni", credo fondate. Essenziali, nonché spesso utilissime, le interviste ai vari collaboratori di Battiato (principale punto di forza del libro).

Mi aspettavo però qualcosina di più: sicuramente, essendo Zuffanti un musicista, avrei preferito un approccio all'approfondimento dei dischi e dei brani meno descrittivo e più interpretativo.
Nel senso che mi serve a poco la descrizione di come si evolve o sviluppa un pezzo, e mi interessa di più invece cogliere COSA ha quel pezzo di speciale e meritevole. Ho comunque goduto delle molteplici segnalazioni sulle influenze del minimalismo nel Battiato pop (se ne è sempre parlato troppo poco).

Poi ho trovato discutibile, da un punto di vista storico-biografico, fare sempre riferimento ai crediti sui dischi e non utilizzare MAI l'archivio SIAE (vedi la storica querelle su Ed De Joy o, in generale, il tentativo di capire chi ha scritto cosa ai tempi Bla...Bla...). Trovo che per definizione il sito della SIAE sia un punto di partenza fondamentale per questo tipo di ragionamenti, mentre Zuffanti l'ha semplicemente ignorato.

Ci sono poi qualche inevitabile assenza o imprecisione (o cose che a me appaiono tali) e una certa fretta nella parte dedicata agli anni '80 dovuta alle moltissime cose fatte dal nostro. La sovrabbondanza di informazioni "da dare" toglie respiro al libro e lo trasforma in certi passaggi in una sterile elencazione. Continuo a pensare che certi libri vadano PRIMA scritti e poi pensati per la pubblicazione, eventualmente dividendoli in più tomi.

In ogni caso uno dei testi migliori relativi al nostro (sicuramente su un ideale podio).
3
NEWS ALTRE / Re:Capire Battiato
« Ultimo post da Fagiolino il Giugno 16, 2018, 10:51:58 am »
Ma i cultori di Battiato siete tutti così?
Solo quelli che provano a parlarne :D
4
NEWS ALTRE / Re:Capire Battiato
« Ultimo post da calypsos il Giugno 16, 2018, 01:31:40 am »
Mi fermo al Café de la paix. Domani vedrò la seconda parte.
A occhio e croce mi pare una boiata pazzesca, ovvero una grande minchiata pseudo-esegetica, tutta orientata all'esoterismo, anche un po' in malafede.
Battiato è un grande musicista italiano, un Mozart del '900, un autore geniale universale anche se irregolare, ma mai riducibile a schemini più o meno appiccicaticci.
c.
Minchia che palleee!
Vista la seconda parte, non ho parole... come si fa a rendere mortifero e depressivo, da orgasmo suicidario collettivo, un genio energetico e sfavillante come il mio Battiato che anche quando appare pensieroso e metafisico non è mai lugubre e mai disumano.
La bella signora si è intossicata e ingorgata di esegesi mistiche d'accatto, il bel signore ha declamato un compitino pseudo-filosofico dove l'acme comunicativo era la merda di Jung e tutte le tazze dove tutti siedono.
Mi ha fatto molta pena il cantante/chitarrista (bravino) relegato ad un ruolo di sottofondo, però onestamente convinto di questo suo ruolo marginale e poi, però, finalmente liberatosi nella sua canzone finale.
Ma i cultori di Battiato siete tutti così?
c.
5
NEWS ALTRE / Re:Capire Battiato
« Ultimo post da Fagiolino il Giugno 15, 2018, 08:38:15 pm »
Il tentativo di capire Battiato
Un approccio a Battiato, parziale, filosofico, non musicale... ma migliore di tanti altri, probabilmente della maggioranza.
E poi c'è passione, impegno e viene espressa una chiave di lettura che è centrale... quindi grazie per lo sforzo!
6
NEWS ALTRE / Re:Capire Battiato
« Ultimo post da Bastiani il Giugno 15, 2018, 08:05:21 pm »
Mi fermo al Café de la paix. Domani vedrò la seconda parte.
A occhio e croce mi pare una boiata pazzesca, ovvero una grande minchiata pseudo-esegetica, tutta orientata all'esoterismo, anche un po' in malafede.
Battiato è un grande musicista italiano, un Mozart del '900, un autore geniale universale anche se irregolare, ma mai riducibile a schemini più o meno appiccicaticci.
c.

sicuro, questa conferenza non spiega tutto battiato. personalmente ho trovato interessante il filo rosso gurdjeffiano che hanno cercato di mostrare partendo da fetus fino a l'animale.
PS: ma é vera la storia che ha meditato il suicidio?
7
NEWS ALTRE / Re:Capire Battiato
« Ultimo post da calypsos il Giugno 15, 2018, 12:20:27 am »
Mi fermo al Café de la paix. Domani vedrò la seconda parte.
A occhio e croce mi pare una boiata pazzesca, ovvero una grande minchiata pseudo-esegetica, tutta orientata all'esoterismo, anche un po' in malafede.
Battiato è un grande musicista italiano, un Mozart del '900, un autore geniale universale anche se irregolare, ma mai riducibile a schemini più o meno appiccicaticci.
c.
8
NEWS ALTRE / Re:Capire Battiato
« Ultimo post da Genesi il Giugno 14, 2018, 11:48:18 pm »
Il tentativo di capire Battiato
9
NEWS ALTRE / Capire Battiato
« Ultimo post da AbulQasim il Giugno 13, 2018, 03:44:58 pm »
conferenza/concerto dedicata a Battiato

Pagine: [1] 2 3 ... 10